Ragionando sulla Community

Mephit non vuol essere una community, ma piuttosto uno strumento al servizio delle community. Questo è sempre stato il mio pensiero, ed è in questa direzione che mi sto muovendo. Le più grosse community di D&D (che in questo articolo chiamerò “gilde”)  fanno già un lavoro egregio, e non avrebbe senso metterne in campo un’altra, dividendo ulteriormente forze ed utenti. Rimane il fatto però che su Mephit gli utenti possono interagire, giocare, mandarsi messaggi, iscriversi a gilde, eccetera. Anche se per motivi di usabilità ho chiamato “Community” l’area che racchiude queste iterazioni, sarebbe più giusto chiamarla “strumenti sociali”. Siccome quest’area la sto sviluppando per voi, a voi chiedo: come la vorreste?

Ecco qualche ipotesi.

Nota: Mephit avrà comunque un piccolo forum per avere un minimo di feedback dagli utenti.
Nota: Userò PbX per indicare  Play by Forum/Chat/qualsiasi cosa

Tutte le impostazioni ipotizzate hanno in comune un punto: le gilde avranno una “homepage” all’interno di Mephit, che non sarà altro che una pagina che rimanderà a sito, forum e chat ufficiali, oltre a qualche contenuto tratto da Mephit (mi vengono in mente una lista dei PbX attivi e una lista d’attesa per i giocatori). Nienteforum, shoutbox, chat e menate varie: ce li avete già, meglio che i vostri affezionati utenti continuino ad usare quelli!

Diapositiva1

Impostazione “standard”: gli utenti possono far parte di gilde, e iscriversi ai PbX creati da gilde o da qualunque utente. Massima libertà quindi, ma nessun controllo sui contenuti che vengono inseriti. Un altro problema è che un utente si iscriverà a tutte le gilde per poter accedere a più PbX possibili, di conseguenza l’esistenza delle gilde diventa priva di senso, o quasi. La soluzione potrebbe essere limitare l’utente a far parte di un’unica gilda? Questo impedirebbe ad un utente di partecipare a più PbF, ma consentirebbe alle gilde di dare priorità ai propri membri…

Diapositiva2

Impostazione “flat”: come la standard, ma gli utenti non fanno parte di alcuna gilda, e possono partecipare a qualsiasi PbX. Forse un’ipotesi troppo azzardata?

Diapositiva3Impostazione “control”: come la flat, ma solo i master autorizzati dalle gilde possono creare un PbX. In questo modo, tramite la conoscenza e la fiducia reciproca di una cerchia di admin/master che si assumono la responsabilità per il proprio gruppo di gioco, si riesce ad evitare che gli utenti inseriscano contenuti protetti da copyright. Il lato negativo è che alcuni giocatori non potranno giocare, il lato positivo è che questi giocatori possono rivolgersi ad una gilda.

Diapositiva4 Impostazione “guild”: come la “control”, ma gli utenti dovranno essere gildati. Anche qui si ropropone il problema dell’impostazione “standard”: un utente dovrà essere limitato ad un’unica gilda? Di fatto al giorno d’oggi il web funziona in altro modo: a più community mi iscrivo, a più avventure gioco. Pratica piuttosto discutibile, in effetti. Ma trovate giusto obbligare gli utenti a gildarsi? E se uno sconosciuto si gilda e masterizza campagne zeppe di contenuti protetti, come si può gestirne l’assunzione di responsabilità? Moderandolo a sua volta?

7 commenti

  1. Per me la migliore è assolutamente l’impostazione standard con la massima libertà. In più, darei facolta alle gilde di chiedere l’esclusiva sull’appartenenza dei membri.

    Questo perché possono esserci gilde che richiedono assiduità e serietà ai suoi membri nella partecipazione ai PbX… oppure gilde scazzone che invece non gliene frega niente e va bene così… in questo modo se sono un utente che preferisce il gioco sporadico mi iscrivo alle gilde scazzone. Se voglio un gioco serio, sceglierò le gilde che me lo garantiscono, dando loro l’esclusiva.

    Ti sembra una buona idea?

    Per quanto riguarda il controllo dei contenuti, il responsabile è sempre l’utente che inserisce. Mi appoggerei senza troppi patemi alla legge europea che obbliga i fornitori di servizi (come questo) a rimuovere il contenuto immediatamente DOPO la segnalazione, prevedendo per ciascun messaggio il bottone “segnala come inappropriato”.

    Ovviamente tenendo d’occhio la sentenza Google / Vividown perché potrebbe creare un precedente rischioso… ma per quello bisognerà aspettare le motivazioni della sentenza.

  2. Concordo con Kal sull’approccio “standard + opzioni”
    In questo modo a chi serve/vuole sarà permesso avere la modalità “guild” ecc

    Per quanto riguarda la vicenda Google, se non ricordo male, in quel caso google è stato negligente nel senso che ha aspettato troppo tempo prima di rimuovere il contenuto dopo la segnalazione (si parla di 2 mesi). Preciso che della cosa ho solo sentito parlare/visto scrivere e non ho verificato se le informazioni fossero vere.

  3. Sulla vicenda Google sembrerebbe per l’appunto si tratti di una condanna basata su una condotta “omissiva”. Ma non è dato sapere i tempi e i meriti nel dettaglio finché non pubblicano la sentenza 🙂 (e 2 mesi son un conto, 24 sono ben altro…) per questo dicevo di tenere un occhio sulla cosa…

  4. Concordo con le vostre idee: impostazione “standard” con opzione “gilda esclusiva” e bottone “segnala come inappropriato”. Questa è l’ennesima prova che parlando salta sempre fuori qualcosa di buono! ^_^

  5. per me è pure la migliore quella sopra citata: standard con opzione gilda esclusiva e il pulsante segnala

  6. Secondo me,
    l’opzione migliore è che un utente con un personaggio possa partecipare ad una storia alla volta dopo tutto se il suo personaggio sta da una parte come può contemporaneamente stare da un’altra?
    invece il discorso gilda…va bene solo se per gilda ad esempio si intende un gruppo omogeneo di personaggi tipo la Gilda dei ladri ecc ecc in questo modo si incentiva la crescita di una specie di mmorpg ma creato e fatto dagli utenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.